Guendalina Urbani

Capogiro

A cura di Porter Ducrist

Presso Una vetrina, Via del Consolato 12, Roma

Dal 11 luglio al 18 luglio 2019

Di Guendalina Urbani

I componenti di Spazio In Situ partecipano ad un ciclo di esposizioni personali per Una Vetrina, con il titolo collettivo di Equivoci dell’arte; si susseguono, per una settimana ciascuno, Marco De Rosa (Senza titolo), Chiara Fantaccione (Area Videosorvegliata), Federica Di Pietrantonio (Opencall.online), Andrea Frosolini (Greenhouse), Roberta Folliero (Un Souvenir), Christophe Constantin (Un monocromo in vetrina), Daniele Sciacca (Hide Show), Sveva Angeletti (Fragile), Guendalina Urbani (Capogiro), Francesca Cornacchini (Nuda Proprietà).

L’installazione presentata per l’occasione da Guendalina Urbani è formata da due altalene sospese perpendicolarmente e rivolte l’una verso l’altra sfruttando la forza di attrazione esercitata dai magneti nascosti al loro interno. “Capogiro” rappresenta una realtà ed il suo simmetrico inverso, generando interrogativi circa l’idea di una possibile contaminazione tra realtà e realtà parallela

Porter Ducrist